Comparativa naked A2: il video della sfida

Questa comparativa è dedicata a moto guidabili con patente A2. Ne abbiamo provate 9, tutte naked, con cilindrata da 300 a 500 cc e prezzi da 4.500 e 6.500 euro. A sfidarsi sono Benelli BN302S, BMW G 310 R HP, Brixton Crossfire 500, Honda CB500F, Husqvarna Svartpilen 401, Kawasaki Z400, KTM 390 Duke, Yamaha MT-03 e Zontes 310 R

1/18

Comparativa naked A2 2020

Solitamente, quando una categoria di moto o una scelta tecnica prendono piede, è perché alle persone, a un certo punto, piacciono quelle. I boom delle endurone negli anni 80, delle custom negli anni 90, delle supersportive di ogni epoca, delle cafè racer di questi anni sono figli di questioni pratiche, estetiche e di moda. Ma possono anche intervenire delle cause esterne. Ricordate quando, agli inizi degli anni Duemila, il regolamento tecnico della Superbike spinse i giapponesi a realizzare delle bicilindriche, loro che hanno sempre amato le quattro cilindri? O la crisi economica del 2008, che ha comportato la decadenza dei bicilindrici a V a favore di quelli in linea, più economici da progettare e produrre? Negli anni 80 le 350 cc italiane conobbero una grande popolarità a causa di una serie di fattori: una tassazione IVA più favorevole, la possibilità di guidarle a 18 anni, l’abbondanza di giovani appassionati di moto e il protezionismo che il Governo italiano aveva attuato nei confronti delle moto giapponesi sotto ai 400 cc. Inoltre all’epoca si riteneva che 30 CV bastassero e avanzassero per fare tutto. Oggi non è più così, cilindrate e potenze sono cresciute a tutti i livelli. Un tempo i motori V2 Moto Guzzi partivano dai 350 cc, oggi da 750 cc, ma sono rivolti allo stesso genere di cliente. Tuttavia in questi anni stiamo vivendo sensazioni simili a quelle che provavamo di fronte a quello stuolo di 350 cc, perché la patente A2 e i nuovi mercati emergenti in Asia e Sudamerica hanno comportato la nascita di una nuova categoria: mono e bicilindriche a 4 tempi, economiche, con potenza limitata. Patente A2 significa che si può ottenere a 18 anni e che permette di guidare moto fino a 35 kW (47 CV), con un massimo di 0,27 CV/kg e derivate da mezzi che abbiano al massimo il doppio della potenza. Quindi se, negli anni 80, il tetto per i neomaggiorenni erano i 350 cc ma non i CV (e si poteva girare con la favolosa Yamaha RD da 60 CV), adesso è il contrario. Non si possono superare quei 47 CV, da qualsiasi cilindrata siano ottenuti. Quindi, per capire che cosa può aspettarsi un diciottenne dalla vita, abbiamo preso una manciata di moto A2, di varie cilindrate, ma tutte nude, e siamo andati a provarle tutte insieme in una zona meravigliosa, quella del Lago di Como.

Ma quali sono queste moto? Sul mercato di A2 ce ne sono tante e noi ne abbiamo scelte 9, tutte naked. Eccole, in ordine alfabetico: Benelli BN302S, BMW G 310 R HP, Brixton Crossfire 500, Honda CB500F, Husqvarna Svartpilen 401, Kawasaki Z400, KTM 390 Duke, Yamaha MT-03 e Zontes 310 R.

Qui sotto trovate il video della sfida, buona visione. Per la prova completa, con tanto di rilevamenti del nostro centro prove, vi rimandiamo a Motociclismo di settembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli