di Beppe Cucco
- 23 September 2020

Lorenzo: “Non corro perché non ne ho più voglia”

Criticato sui social network per il suo ruolo da collaudatore e per il suo nuovo stile di vita, Jorge Lorenzo risponde senza peli sulla lingua ai tifosi

1/104

Ritiratosi dalle corse alla fine della stagione 2019 con Honda, Jorge Lorenzo è passato in Yamaha in veste di collaudatore. In questa stagione avrebbe dovuto prendere parte anche a qualche gara in veste di wild card, ma per via del Covid-19 gli organizzatori del Motomondiale hanno vietato la presenza in griglia di “piloti extra”. Sembrava possibile poi un suo ritorno sulla Ducati Desmosedici GP il prossimo anno, e invece la trattativa è saltata. Per cui, di rivedere Jorge correre al momento non se ne parla. E per questo c’è chi critica Lorenzo sui social network.

Nei giorni scorsi un tifoso ha scritto al cinque volte campione del Mondo su Twitter: “L'umiltà di Lorenzo ha portato molto lontano uomini come Valentino, ecco perché oggi sei solo un collaudatore, non come gli altri che corrono ancora. I soldi non sono tutto.

Subito è arrivata la risposta del (ex) pilota spagnolo: “Con l’umiltà non si vincono i campionati, altrimenti ci sarebbero milioni di umili campioni. Non corro perché non ne ho più voglia, non perché non posso. Come tester mi sento felice, soddisfatto, si prendono cura di me e ho molto tempo libero. Cosa posso chiedere di più dalla vita?”

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli