Marquez: “Il miglior Marc non è qui. Sia di fisico che di testa”

Gara da dimenticare per Marc Marquez, che dopo aver fatto di tutto per stare nel gruppo di testa ha trovato nel flag to flag l’arma vincente per piazzarsi al primo posto. La seconda caduta, però, è stata un grosso errore e il numero 93 riconosce che sia dipesa anche dall’approccio mentale alle condizioni di gara

1/10

Le dichiarazioni di Marc Marquez dopo il GP di Francia:

“Sono amareggiato, non ho approfittato della situazione e questo mi scoccia. Il meteo mi aveva regalato l’opportunità di tornare in vetta e non l’ho colta. Posso solo constatare che in situazioni di pioggia possono capitare gli incidenti e forse stavo spingendo troppo con una gomma ancora da scaldare al meglio. Se tolgo gli errori, devo però anche dire che sono contento in generale di come ho lavorato nel week end e questo mi dà lo stimolo per fare bene nel prossimo GP. Ciò che porto a casa è dunque una sensazione di ritrovata competitività, perché mi sono sentito veloce, anche dopo il primo dei due incidenti in gara.

Non mi aspettavo fosse così difficile tornare in moto. Non parlo solo del lato fisico, ma anche di quello mentale. Durante la gara penso al braccio, alla posizione in sella. Ora penso di più, ragiono, e questo mi rallenta perché non sono al 100% sulle condizioni della pista. Prima della seconda caduta in gara ho alzato il piede ai miei meccanici perché volevo rientrare e risalire sulla moto con le slick. Era una mossa, magari avrebbe pagato. C’è poco di altro da dire. Ora devo concentrarmi sull’allenamento, rimettere ancora più forza nelle braccia, analizzare cosa è accaduto e presentarmi migliore al prossimo appuntamento. Il miglior Marc ancora non è qui”.

Qui trovate la classifica MotoGP 2021.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA