Statistiche web

AGV Tourmodular+ INSYDE: la prova

Il casco modulare proposto dall'azienda italiana è uno dei più leggeri in circolazione, anche con la doppia omologazione ECE 22.06 integrale e jet (P/J). Lo abbiamo provato insieme al proprio sistema interfono Insyde. Scopriamone pregi e difetti

1/5

AGV Tourmodular+ con interfono Insyde by Cardo

1 di 4

L'AGV Tourmodular+ è un modulare omologato ECE 22.06 e P/J, quindi può essere utilizzato anche in modalità jet (cioè aperto). Ha la calotta interna in EPS a 5 densità; l’esterna, in 3 dimensioni, è realizzata in fibre miste, carbonio, aramide e fibra di vetro. La visiera spessa 4 mm aggiunge protezione.

I profili in pelle sintetica tengono lontana l’acqua dall’interno del casco; il sistema AGV Micro-opening consente di tenere la visiera socchiusa per il passaggio dell’aria mantenendola saldamente agganciata alla mentoniera.

Attentamente studiato nell’aerodinamica, l’AGV è progettato per azzerare il peso dinamico a 130 km/h. Ha 4 prese d’aria, il visierino solare estraibile ed è fornita la lente antiappannante Pinlock. È predisposto per accogliere il sistema di comunicazione AGV Insyde sviluppato con Cardo.

Il prezzo di vendita, comprensivo dell'interfono preinstallato, è di 975 euro (casco 630 euro; interfono 345 euro).

Il Tourmodular+ ha la visiera assicurata da un gancio, che permette anche di mantenerla aperta di pochi mm, tanto comodo in inverno per evitare l'appannamento della visiera in mancanza della lente Pinlock. La chiusura della mentoniera è morbida, basta una sola mano, e in posizione aperta si avverte il peso della mentoniera, sebbene ben distribuito. Il visierino solare interno è di buona qualità.

Per il Tourmodular AGV ha scelto l’ottimo sistema Cardo, che permette di collegare 15 caschi fino a 6 km di distanza (dati dichiarati). Si ricarica con un normale cavo USB Micro (scomoda la presa nella parte inferiore che non permette di appoggiare il casco in ricarica).

Il sistema Cardo è affidabile e semplice da impostare: basta creare un gruppo e abbinarne gli appartenenti; da quel momento in poi è sufficiente accendere l’interfono per agganciarsi automaticamente; in seguito è possibile aggiungere nuovi motociclisti.

La pulsantiera ha tasti ampi ma meno comodi da azionare rispetto a quelli in rilievo, mentre il sistema di regolazione del volume è facile da individuare, poiché separato, nella parte inferiore.

L’audio è chiaro anche a velocità autostradale, in più favorito dalla silenziosità del casco; tuttavia il suono è metallico. L’imbottitura è piacevole al tatto, di media morbidezza, e gli interni sono personalizzabili per ottimizzare la calzata.

Il microfono ha un’asta lunga ma non è ingombrante; un vantaggio dell’AGV Insyde è che oltre ai consueti comandi vocali “Hey Siri” oppure “OK Google” ci sono anche quelli “Ciao Cardo”, che aggiungono ulteriori controlli a mani libere.

PREGI

Silenziosità

DIFETTI

Audio perfettibile

INTERFONO
Qualità audio: 7,5
Facilità d’uso: 8
Autonomia: 9,5

CASCO

Calzata: 9
Rumorosità: 9,5
Qualità e finiture: 8,5

DATI DICHIARATI

Materiale: fibra di carbonio, aramidica e di vetro
Omologazioni: Ece 22.06 P/J
Sistema di chiusura: di tipo micrometrica
Taglie: XS-XXL
Peso: 1.620 g
Sistema interfono/tecnologia: AGV Insyde di Cardo

Autonomia: fino 13 ore in Bluetooth/Mesh
Fabbricazione: made in Cina


DATI RILEVATI

Peso: 1.800 g (taglia M)
Distanza ricezione: 700 m
Autonomia: 13 h

© RIPRODUZIONE RISERVATA